• Domenico Paladino

    FABIO MODICA

    Pittura

    Biografia



    Fabio Modica nasce a Catania nel 1978.

    Allievo di noti artisti italiani quali Alberto Abate, Antonio Santacroce e Francesco Scialfa, le sue prime prove possono ascriversi allo stile classico rinascimentale, con occasionali riferimenti alla mitologia greca e latina ed una predilezione per soggetti avvolti da luce caravaggesca. Perfezionatasi nella tecnica ad olio, la sua arte trova ulteriori veicoli espressivi negli acrilici, i gessetti, gli acquerelli e, soprattutto, in tecniche miste sperimentali ed innovative.
    L'incontro con il pittore Antonio Santacroce segna un radicale cambiamento nella sua produzione ed identità di artista. Gradualmente prende le distanze dallo stile figurativo classico per abbracciare una prospettiva semi-astratta, nella quale l'amore per le nude linee e i colori sfocia in un agone irrisolto fra l’innata propensione per i linguaggi realistici ed iperrealisti e l'irresistibile richiamo dell'espressionismo astratto.
    In Fabio Modica cresce nel tempo una genuina passione per il nudo, ispirando una recente produzione di dipinti in bianco e nero sulla mercificazione del corpo umano e sul suo decadimento spirituale. In questa serie, chiamata "Mercification", l'assenza del colore consente al pittore di concentrarsi esclusivamente sull'energia del gesto, graffiando ed incidendo la superficie, e donando ai soggetti vita propria e movimento.
    Il tratto distintivo della pittura di Fabio Modica è stato individuato nella sua capacità di ottenere "stratificati accumuli di vibrante colore spatolato sulla tela torturata con sciabolate di action painting".